EUSALP IL NETWORK DI ANCI, UPI E CONSORZI DELLE AUTONOMIE LOCALI DELLE REGIONI ALPINE

Anche il Presidente Favot venerdì scorso a Milano alla presentazione al Premier Conte nel corso della seconda giornata del terzo Forum annuale Eusalp

Nel corso della seconda giornata del terzo Forum annuale Eusalp a Milano, a conclusione della presidenza italiana di turno del programma, è stato illustrato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte il network EUSALP delle autonomie locali, protocollo siglato lo scorso ottobre che unisce le ANCI, le UPI e i Consorzi delle Autonomie locali delle Regioni alpine: Liguria, Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Province autonome di Trento e Bolzano, Friuli Venezia Giulia. Capofila è ANCI Liguria.

Obiettivo del Protocollo è la costruzione di una Rete di Contact Point EUSALP, localizzati nelle regioni dell’arco alpino, per fornire un servizio strutturato, che arrivi al livello delle Amministrazioni locali, per rafforzarne e consolidarne la capacità amministrativa e progettuale, raccogliendo e analizzando i fabbisogni segnalati dagli Enti locali e sviluppando contenuti strategici anche attraverso azioni di lobby e progetti con ricadute vantaggiose per i territori.
Nel suo intervento il premier Conte ha osservato come "le Alpi sono un patrimonio comune, detengono sapienza antica anche in tema di sostenibilità ambientale, economia circolare e utilizzo eco sostenibile delle risorse ambientali, e devono costituire il laboratorio ideale per i nuovi modelli di sviluppo e le innovazioni che ci prefiggiamo di conseguire". Il Presidente del Consiglo ha continuato aggiungendo che "da Eusalp si un leva ventaglio forte di istanze, idee, suggerimenti, che non possono lasciarci indifferenti perché sono volti a valorizzare i territori".

“Come Anci regionali – ha spiegato il Segretario Generale di Anci Lombardia Rinaldo Mario Redaelli che ha partecipato al Forum - non possiamo che essere soddisfatti della conclusione positiva del semestre di presidenza di Regione Lombardia per l’Italia, che ha visto anche la definizione di un protocollo di intesa siglato dalle Anci regionali. Un obiettivo strategico, quest’ultimo, da cui far partire una serie di attività che si potranno concretizzare nelle realtà più direttamente interessate, che nella nostra regione in particolare sono rappresentate dai piccoli Comuni. È proprio da loro che ci aspettiamo un contributo di idee e proposte che ci impegneremo a portare ai tavoli europei”.

(Fonte Anci Lombardia)

Lunedì, 02 Dicembre 2019 - Ultima modifica: Venerdì, 06 Dicembre 2019